mercoledì, febbraio 27, 2008

Film in sala da venerdi' 29 febbraio

Persepolis
Persepolis
regia: Marjane Satrapi, Vincent Paronnaud
genere: animazione
prod.: Francia, USA

Rec

Rec
regia: Jaume Balaguero'
genere: horror
prod.: Spagna

Jumper
Jumper
regia: Doug Liman
genere: avventura
prod.: Usa

Rendition - Detenzione illegale
Rendition
regia: Gavin Hood
genere: thriller
prod.: Sudafrica

Il mattino ha l'oro in bocca

Il mattino ha l'oro in bocca
regia: Francesco Patierno.
genere: commedia
prod.: Italia

Tutta la mia vita in prigione

In Prison My Whole Life
regia: Marc Evans
genere: documentario
prod.: Gran Bretagna

Prospettive di un delitto
Vantage Point
regia: Pete Travis
genere: thriller
prod.: Usa

La rabbia
La rabbia
regia: Louis Nero
genere: drammatico
prod.: Italia

Fine pena mai
Fine pena mai
regia: Davide Barletti, Lorenzo Conte
genere: drammatico
prod.: Italia

Forse Dio e' malato
Forse Dio e' malato
regia: Franco Brogi Taviani
genere: drammatico
prod.: Italia

Il futuro non è scritto - Joe Strummer
Joe Strummer: The Future is Unwritten
regia: Julien Temple
genere: documentario
prod.: Gran Bretagna

22 commenti:

veri paccheri ha detto...

qualche battuta in velocita' oer accennare qualcosa sui film in usicta.
- forse dio e' malato mette in scena l'ennesimo libro di veltroni...
i- l doc su Joe STrummer e' stato presnetato al TFF, purtroppo io non sonoi riuscita a vederlo, ma pare sia interessante...
- Fine pena mai racconta la storia di un mafioso italiano e vede il ritorno del valido Claudio Santamaria e della sopravvalutata Valentina Cervi (cha magari qui ci stupira'.. ha gia' detto che se ne andra' a los angeles e li' fara' film, chissa'.. mahari fara' il botto che raul bova non e' riuscito a fare...)
- La rabbia: altra bombetta italiana: cast di supernomi da far impallidire (c'e' piure tinto brass che credo interpreti se stesso), soggetto mooolto misero. Che dobbiamo aspettarci? la solita fregnaccia? mah...
- prospettive di un delitto: thriller con Quaid, Forest Whitaker, Sigourney Weaver, William Hurt, questo basta ad incuriosirci... (ma il serial tv e' sempre in agguato...!)
- persepolis: oooooh!!! mi aspetto fulmini e saette da questo film, spero sia un cartoon con i controbaffi, degno della sua ideatrice.. insomma, veri paccheri ha le aspettative alle stelle e speriamo bene! doppiano paola cortellesi, licia maglietta e sergio castellitto
- jumper: l'appuntamento avventuroso del venerdi' sera, tipico da Ideal a Torino eheheheheheh
- rendition: Reese Witherspoon, Jake Gyllenhaal, Meryl Streep, Alan Arkin, Peter Sarsgaard, urka, qui si deve andare, senza scuse.. dirige il regista di Tsotsi...
- Il mattino ha l'oro in bocca: ecco, qui temo si celi la fregatura. strombazzato alla grande in ogni dove, anticipato da molte premesse. elio germano di certo fara' ottima interpretazione... dai, non devo essere demotivata, il film italiano va incoraggiato... mah...
- Tutta la mia vita in prigione: altro doc bello peso su Mumia Abu Jamal, un giornalista e attivista politico di colore che ad oggi e' rinchiuso nel braccio della morte nonostante le accuse contro di lui non siano mai state accertate...

buon cine week end a tutti!!!

-

Anonimo ha detto...

nella lunga lista c'è poca qualità..vedro Paternò ma le immagini mi dicono di un regista che non ha dimenticato la provocazione di Paterfamilias...ed anche Santamaria in Fine pena mai..degli americani redition e jumper ma non mi aspetto un gran chè..infine i piacerebbe recuperare Il falsario..accidentiè incredibile come mi faccio trascinare dai ritmi imposti dal sistema..parlo del film austriaco al passato..mentre invece è ancora vivo e vegeto nelle sale..c'è qualcosa che non va
ciao
nickoftime

ethan ha detto...

sono tornato ora dopo aver visto prospettive di un delitto e rec. domani tocca persepolis e rendition. la maggior parte delle persone ha un'attenzione televisiva, dopo venti minuti scatta la pubblicità durante la proiezione del film. allora si parla con il vicino, si manda sms all'amico, si telefona,ci si prova con la tipa affianco, ci si trucca grazie alla luce del cellullare e questa sera ho visto e non scherzo sfilare dalla borsa uno yogurt e mangiarselo durante il film. ecco perché l'italia va a rotoli...

Anonimo ha detto...

Ciao Ethan, si il comportamento in sala è veramente sotto la media della decenza...mi dici qualcosa di rec..sono curioso di sapere se è un film che vale la pena vedere; se è capace di fare ringrinzire la pelle...grazie in anticipo
nickoftime

ethan ha detto...

vedere la rabbia di luis nero in un multiplex di 12 sale è come vedere la moglie di bertinotti con una pelliccia di alto borgo. cavolo! ho visto entrambi.
la rabbia mi è piaciuto. gran film colto e felliniano (vedi incipit). ero solo in sala

ethan ha detto...

si, rec è un film da vedere. penso che hai già letto a riguardo, dunque non voglio aggiungere molto. la storia è molto leggera, ma il realismo assoluto porta ad arrivare allo stato puro del terrore. la regia è molto più felice di quella di cloverfield. è presente una forte critica sociale e poi uscendo dalla sala lascia un buon sapore anticlericale in bocca. da vedere

Anonimo ha detto...

Ciao Ethan,
pensavo che se vuoi scrivere qualcosa su Rec o su qualsiasi altra cosa possiamo fare in modo di pubblicarla..la tua apertura mentale ti rende cinemaniaco per elezione..a parte questo mi fa piacere sapere di poter contare su un altra buon momento di cinema anche perchè la prox sfornata è un po povera di titoli
ciao
NICKOFTIME

ethan ha detto...

mi fa piacere cinemaniaci e io pensavo che ormai ne avete le scatole piene della mia okkupazione del vostro blog. io non sono bravo a recensire come voi, per il momento vi leggo, poi magari vi manderò qualcosa. grazie
p.s. io spero che esca a verona sonetàula di salvatore mereu, il suo primo film ballo a tre passi mi è piaciuto abbastanza

Anonimo ha detto...

Ciao Ethan,
le tue occupazioni rendono più bello questo spazio e comunque noi le tue rece le aspettiamo fiduciosi, mentre per il momento ci godiamo il piacere dei tuoi interventi..anche a me ballo a tre passi non era dispiaciuto...quindi puo essere che segua la tua ispirazione
un saluto
NICKOFTIME
PS comunque avendo dato dimostrazione di vera cinemania sei membro onorario di questo spazio, ciao

ethan ha detto...

arrossendo vi ringrazio

veri paccheri ha detto...

sì sì, ethan, dai scrivi su i cinemaniaci, sarebbe un onore averti tra le nostre web-pagine!:) se hai un blogger-account ti abilito al nostro blog. fammi sapere, anche per email.
a mio modesto parere sonetàula merita: andate a vederlo se potete.

ethan ha detto...

ciao cinemaniaci. no, non ho un blog-account. se non vi dispiace preferisco scrivere qualche opinione più che una recensione, perché sono in pieno sconforto cinematografico. sigh!

ethan ha detto...

grazie

Anonimo ha detto...

Ciao Ethan,
pensavo a quanto hai detto sulle profezie mortifere relative alla settima arte...difficile fare pronostici..è certo che il cinema sta cambiando..è di pochi giorni fà che l'ultimo film di De palma "Redacted"..per quelli che l'hanno vista a venezia un capolavoro uscirà direttamente sui canali a pagamento..una cosa del genere non sarebbe mai potuta accadere fino a qualche hanno fà mentre adesso sta diventando normalità..credo che le immagini in movimento avranno ancora lunga vita e che il cambiamento interesserà la loro fruizione; ciò implicherà necessariamente cambiamenti nella forma dei gfilm girati..tieni conto che esiste un festival per i film girati in cellulare..sempre nel cellulare è possibile vederli i film,..insomma credo che il concetto di cinema inteso come immagini in movimento continuerà...diverse saranno le liturgie collegate all'"Assunzione di quelle immagini"; diverso il discorso sulla qualità del cinema, a partire da quello contemporaneo, ma questo è un altro discorso di cui magari parleremo un altra volta
buona giornata
NICKOFTIME

ethan ha detto...

non sono contrario ai nuovi sistemi di distribuzione dei film.penso che tra l'uscita del film in sala e il noleggio e la pay-tv si dovrebbero accorciare, una settimana o forse due. poi dovrebbe esserci più sfruttamento del web. con i nuovi metodi si potrebbe avere una maggior distribuzione di film (specialmente d'autore). io, per andare al cinema, tra andata e ritorno macino 80 km. ci vado 4 o 5 volte a settimana, potrebbe solo farmi piacere. il mio sconforto è dovuto alla qualità dei film. calcolando che all'anno ne vedo molti, alla fine quelli che mi travolgo sono una quindicina circa. penso che ormai andiamo al cinema non più perché è bello andarci, ma solo per trovare un buon film.

Anonimo ha detto...

Questo cinema è figlio di tempi in cui la qualità è latitante..quest'anno però..ed è questa capacità di risorgere dalle sue ceneri..abbiamo iniziato con il botto...
Lust caution
Into the wild
Il petroliere
Non è un paese per vecchi
Lo scafandro e la farfalla
Sweney Todd
L'innocenza del peccato
e siamo solo al terzo mese dell'anno...
questa settimana per esempio escono 2 film che sulla carta non dovrebbero deludere..Ip adroni della notte ed Onora il padre e la madre..insomma dai quest'anno non ci possiamo lamentare..certo se penso a come uscivo dalla sala dopo aver visto LA DOPPIA VITA DI VERONICA...bisogna anche dire che anche noi cambiamo e può essere che il nostro modo di sentire, dovuto alle esperienze effettuate abbiano modificato le nostre percezioni...
un saluto come sempre
NICKOFTIME

ethan ha detto...

hai ragione. diciamo che questo sconforto forse è dovuto da una digestione filmica e dunque ho avuto un rifiuto. oggi ho rivisto alcuni film che ho amato lo scorso anno e mi sono ripreso. questo rifiuto però non mi ha permesso di partire per bergamo, purtroppo. i film da te citati dovrebbero essere una buona visione.

ethan ha detto...

ecco dalla francia una buona notizia: un catalogo di rarità europee che si potranno vedere gratis, in strimming. a metà strada tra un sito istituzionale e youtube, l'european film treasure matterà a disposizione degli utenti, gratuitamente, film più o meno antichi, documentari e rarità, in lingua originale o tradotti, ma rigorosamente in streaming: sarà quindi impossibile scaricare i filmati. fonte: les inrockuptibles

ethan ha detto...

ho visto redacted. lo sto metabolizzando. ho gli occhi lucidi. gran film teorico

Anonimo ha detto...

Lo voglio vedere anche io..me lo tengo per le prossime festività..quindi mi stai dicendo che oltre alla sua impareggiabile tecnica questo film riesce ad essere profondamente emotivo?
ciao

ethan ha detto...

te lo impresterei volentieri il dvd, però data la distanza è un pò difficile. esatto, è un grande opera teorica che mescolanza di vari tipi di immagini (vedi la rece di merenghetti sul corriere). sevizi tg, blog, youtube,mockumetary, finto documentario (forse) francese. l'uso della musica geniale: la sarabanda di haendel sull'immagini del documentario del checkpoint e la tosca di puccini sull'immagini autentiche della guerra in iraq. il tema è scottante questa violenza carnale fatta da questi due redneck razzisti sulla quindicenne e sterminandone la famiglia. le immagine finali coperte da pecette. si a me ha fatto venire gli occhi lucidi.

Anonimo ha detto...

Ti ringrazio Ethan ma in qualche modo lo vedrò...ok ho capito che De palma è riuscito nei contenuti oltrè che nella forma
Ciao