lunedì, marzo 09, 2009

L'onda


di Ethan

L'onda è tratto dal romanzo dello scrittore statunitense Morton Rhue.
Uscito nel 1984, il libro racconta la storia di un insegnante che mette in atto uno spericolato esperimento con i suoi alunni: formare in pochi giorni un gruppo succube dell'autorità e con atteggiamenti fascistoidi.
Rhue si era ispirato a una storia realmente accaduta nel 1967 in una scuola californiana.

E oggi come sarebbe l'esperimento?

A questa domanda ha provato a rispondere Dennis Gansel, che ha ambientato la pellicola in un liceo tedesco, riuscendo a ottenere qualcosa di più di un film istruttivo.
L'onda, infatti, è anche una specie di studio sociologico, e questo lo rende convincente: riproduce alla perfezione un gruppo di liceali provenienti da famiglie del ceto medio.
Grazie a questa autenticità, l'esperimento è del tutto realistico e affronta dei temi tornati purtroppo d'attualità.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Ethan,
a questo punto mi chiedo come mai un film cosi' interessante...e da cui si potrebbero nascere un sacco di considerazioni e discussioni sia passato cosi' sottotraccia:
"faceva paura l'argomento" oppure la qualita' cinematografica non era all'altezza.

Penso che sia il primo caso perche' tu hai parlato di un buon film, ma comunque vorrei sapere qualcosa a riguardo.

NICKOFTIME

ethan ha detto...

ciao nickoftime, la pellicola è stata etichetta come film da cineforum e adatto solo a quel circuito. L'opera di Gansel induce lo spettatore a continuare a porsi domande anziché ricorrere all'imposizione di una determinata verità (realtà). Il genere del film è didatico.