giovedì, giugno 18, 2009

Film in sala dal 19 giugno

Tre Lire, Primo Giorno
GENERE: Commedia
ANNO PROD: 2008
NAZIONALITÀ Italia
REGIA: Andrea Pellizzer

Amore e Altri Crimini
( Love & Other Crimes )
GENERE: Drammatico
ANNO PROD: 2008
NAZIONALITÀ Austria, Germania, Slovenia, Serbia
REGIA: Stefan Arsenijevic

Borderland
( Borderland )
GENERE: Horror
ANNO PROD: 2007
NAZIONALITÀ Messico, USA
REGIA: Zev Berman

Coraline e la porta magica
( Coraline )
GENERE: Animazione, Fantasy, Family
ANNO PROD: 2009
NAZIONALITÀ USA
REGIA: Henry Selick

Il mondo di Horten
( O'Horten )
GENERE: Commedia, Drammatico
ANNO PROD: 2007
NAZIONALITÀ Germania, Francia, Norvegia
REGIA: Bent Hamer

Il prossimo tuo
GENERE: Drammatico
ANNO PROD: 2008
NAZIONALITÀ Francia, Italia, Finlandia
REGIA: Anne Riitta Ciccone

La ragazza del mio migliore amico
( My Best Friend's Girl )
GENERE: Commedia
ANNO PROD: 2008
NAZIONALITÀ USA
REGIA: Howard Deutch

Look Both Ways
( Look Both Ways )
GENERE: Drammatico
ANNO PROD: 2005
NAZIONALITÀ Australia
REGIA: Sarah Watt

Una notte da leoni
( The Hangover )
GENERE: Commedia
ANNO PROD: 2009
NAZIONALITÀ USA
REGIA: Todd Phillips

9 commenti:

Ninolie ha detto...

vi consiglio Tre Lire, molto carino e autoprodotto... ma si riesce davvero a fare cinema anche così? bravi

nickoftime ha detto...

Ciao e benvenuto/a nel blog,
soo curioso...dimmi qualcosa di più a proposito del film..sai per caso se sarà distribuito a Torino?..attendo tua risposta e nel fratempo ti saluto

nickoftime ha detto...

Avvisi ai naviganti:

Ho appena visto "Una notte da Leoni" di todd Philips, indicato da molti giornali come la sorpresa del mercato americano estivo..forse perchè pur essendo girato a Las Vegas rimane lontano dalla normale iconografia della città (niente case da gioco ne luci del varietà) e rinuncia alla risata sgangherata ...il fatto è che alla fine si ride poco e gli inserti drammatici tolgono ritmo alla parti più leggere.

Da evitare.... al cinema

ethan ha detto...

Oggi pomeriggio ho visto Una notte da leoni e poi La ragazza del mio migliore amico. Nel primo il regista adotta uno stile naturale e semplice che lascia molto spazio agli attori (Brandley Cooper una spanna sopra gli altri)per esprimere la loro energia. Il film annoia e non diverte. Il secondo film è una commedia pungente e romantica con nessuna sorpresa. Si salva dal disastro grazie al buon ritmo e a qualche gag indovinata. Kate Hudson recita col pilota automatico. Saluto, buon cinema.

nickoftime ha detto...

Avviso ai naviganti/2
visto "Il prossimo tuo"di Maria Rita Ciccone, in cui il ricordo di un dolore diventa il trauma del presente: atmosfere rarefatte e solitudini metropolitane diluite in tre storie che si incrociano senza mai incontrarsi. Un film per raffreddare la calura di questi giorni..buone le atmosfere e la regia, un pò meno la sceneggiatura.Da segnalare i ritorno di JH ANGLADE (NOTTURNO INDIANO, NIKITA)e di Maya SANSA (LA BALIA,LA MEGLIO GIOVENTU').

Ninolie ha detto...

Ciao, fai bene a incuriosirti perchè a Milano sta facendo il pieno di spettatori (i miei amici l'hanno voluto vedere e se non prenoti nn entri)
Non mi pare sia programmato dalle parti di Torino, sicuramente è a milano fino al 25. c'è il sito comunque www.trelire.com, ciao!

nickoftime ha detto...

Aspetterò il film nella mia città, comunque mi fa piacere sentire parlare bene di un film italiano...io "investo molti soldi" sul cinema nostrano ma la maggor parte delle volte ne esco molto deluso...proprio l'altro ieri ho visto "Il prossimo tuo"di Maria Ritta Ciccone di cui parlerò a giorni...non male.
Grazie per le informazioni

veri paccheri ha detto...

x ethan: ciao ethan, se mi scrivi una email ti invito al blog, così avrai un tuo account. fammi sapere, grazie. sezione contatti, scrivi al webmaster

ethan ha detto...

Borderland: Il film comincia con una sequenza sconvolgente in cui due poliziotti messicani si scontrano con un gruppo di spacciatori seguaci della santeria. Poi tutto rallenta. Alcuni studenti statunitensi appena laureati partono per il Messico in cerca di alcol ed emozioni. Poi uno di loro scompare dopo una nottata in cui i ragazzi hanno mandato giù qualche fungo allucinogeno. A quel punto Borderland sembra prendere la strada di un film poliziesco. Ma abbiate pazienza, l’orrore arriverà. E non solo. La brutale orgia di violenze, torture e mutilazioni in cui finirete è talmente realistica che farà sembrare Hostel un cartone animato. Siete avvisati. Buon Cinema