martedì, maggio 27, 2008

film in sala da mercoledi' 28 maggio

Il divo
regia: Paolo Sorrentino
genere: drammatico
prod.:Italia

The Hitcher
regia: Dave Meyers
genere: horror
prod.: USA

Sex and the City
regia: Michael Patrick King
genere: commedia
prod.: USA

Charlie Bartlett
regia: Jon Poll
genere: commedia
prod.: USA

Alexandra
regia: Aleksandr Sokurov
genere: drammatico
prod.: Russia

Once
regia: John Carney
genere: drammatico
prod.: Irlanda

Maradona di Kusturica
regia: Emir Kusturica
genere: documentario
prod.: Spagna, Francia

13 commenti:

ethan ha detto...

the hitcher: questo remake usa una tale quantità di trucchetti tipici dell'horror che tutte le cose buone costruite nella prima mezz'ora evaporano in pochi secondi. inoltre, come altri rifacimenti, è basato su una storia che telefoni cellulari, tv e navigatori satellitari hanno fatto invecchiare più del previsto.

ethan ha detto...

sex and the city: può essere stato tratto da una serie coinvolgente, ma il film è una commediola leggera e un pò freddina. la recitazione media e il film lungo cinque volte di più di una normale episodio. le cose migliori alla fine si ritrovano in piccole scene, mentre il film, nella sua interezza, non regge. la prima mezz'ora insopportabile.

ethan ha detto...

once (visto al 25 tff): è veramente difficile parlare male di questo film a basso budget che racconta la relazione professionale e personale tra un cantante di strada irlandese e un'immigrata ceca. un messaggio d'amore alla musica, all'amicizia e all'onestà.

ethan ha detto...

charlie bartlett (visto a 25 tff): il film di jon poll è un tentativo di creare qualcosa di nuovo e diverso nel genere degli high school movie, sulla scia di rushmore di wes anderson. charlie è un ragazzo ricco e problematico che, espulso dalla scuola privata, deve faticare un bel pò per guadagnarsi la fiducia dei suoi compagni. ci riesce vendendo ricette per psicofarmaci. un film divertente anche se a tratti confuso e imbarazzante.

ethan ha detto...

il divo: secondo la repubblica, giulio andreotti era furioso dopo aver visto il film di sorrentino. sarebbe stato sorprendente il contrario. interpretato da toni servillo, andreotti è una specie di nosferatu, un demone tenebroso e spietato. farsa barocca e chiassosa, inventario di sketches musicali e scenette burlesche magistralmente messe in scena, questo film caustico è al tempo stesso buffo, inesorabile e ricco di invenzioni televisive. bello, da vedere

ethan ha detto...

alexandra: un'anziana donna fa visita al nipote sul fronte della guerra tra russia e cecenia. è la storia del film di sokurov, opera di una bellezze e originalità stupefacenti. del resto il regista russo è sempre così lontano da qualsiasi logica commerciale che il suo lavoro sembra non essere il cinema. è serio, intenso e allo stesso tempo opaco e molto personale, quasi come un invito nella sua testa invece che in un tempo e uno spazio lontani dalla realtà. applauso

ethan ha detto...

ot: ho prenotato la mia stanza singola per la 65 mostra di venezia. ricordi della precedente: la stretta di mano a lizzani-cleòpatra di bressane-essere 2 poltrone dietro chabrol e sagnier-il cast di cous cous e il pianto di kechiche-il bel documentario staub-il corpo nudo del protagonista di help me eros che viene "violentato" da proiezioni di noti marchi di moda-heath ledger che guarda la mia camicia warholiana- il pianto di todd haynes-la vicina di poltrona che mi chiede se dylan è morto e io gli rispondo di si e poi mi faccio una risatina-andarilho- essere in coda dalle tre del mattino per il biglietto per la cerimonia di premiazione di burton e non riuscirlo a comprare-i visi del bellissimo documentario di pietro marcello (il passaggio della linea)- manoel de oliveira e la moglie- de oliveira che fa un gesto strano verso il proiezionista che ha fatto degli errori durante la proiezione- non essere riuscito a vedere il film di greenaway-il simpatico tonino de bernardi-:)

ethan ha detto...

e altro...

Anonimo ha detto...

in questi giorni sei scatenato ethan....
Fabrizio

ethan ha detto...

direi di si :). ho letto la tua recensione sul tuo blog, mi è piaciuta molto.presto leggerò anche le altre. sorrentino con il divo arriva (quasi) al suo capolavoro. peccato che i giovani non si interessano al film o almeno qui a verona. in sala eravamo in 4 ed era mercoledì alla proiezione serale. gli spattatori escluso io, la media dell'età era 50 anni. lo stesso vale per gomorra. in provincia eravamo una decina media 40 anni, in centro, mezza sala, media la stessa. lo trovo triste. nickoftime è da molto che non scrive, tutto bene? buon cinema

Anonimo ha detto...

X ethan: NON ho un blog! l'unico blog x cui scrivo è questo. Ti ringrazio cmq, probabilmente avrai letto la rubrica di cinema del sito generalista x cui "tento di scrivere": Per quanto riguarda la recensione del divo è pronta da giorni...se solo qualcuno si svegliasse! Buona giornata e grazie ancora.
Fabrizio

ethan ha detto...

@fabrizio: scusa, ho scritto in fretta. si, infatti ho letto la rubrica di cinema del sito generalista. scusa ancora buona giornata

Anonimo ha detto...

...e ci mancherebbe ethan. Non voleva essere una puntualizzazione:)) Anzi, se in futuro vorrai lasciare il tuo pensiero anche lì sarebbe graditissimo. Cosa pensi degli errori segnalati sulla recensione che finalmente la mega-direttrice si è decisa a pubblicare? Tu hai notato? fabrizio